Legenda Programma

Image
Image
Image
Image
<font color=#009578>API tra gamification, AR-VR e l’industria 4,0</font>

API tra gamification, AR-VR e l’industria 4,0

L'industria 4.0 e le finestre aperte sul futuro, l'opportunità di fare didattica per scuole, aziende e istituti di ricerca. A cura di API

Il Team Api Racconterà come si riesce a promuovere formazione e didattica utilizzando soluzioni all’avanguardia. Una Masterclass, aperta a tutti gli accreditati, fruibile anche da remoto, una nuova modalità di formazione possibile grazie alla realtà virtuale, la realtà aumentata e la mixed reality. 

Con i casi studio degli ultimi lavori di Api saranno presi in analisi la nascita e lo sviluppo di rapporti con soggetti di differenti di interesse ma con obiettivi comuni:

1.APP Apri Palazzo Pianetti, i quadri della pinacoteca di Jesi in realtà aumentata si raccontano ai visitatori. Progetto su postazione: C.Escape, un gioco sull'arte contemporanea. Questo progetto è nato dalla volontà di avvicinare l'interattività del mondo ludico all'ambiente museale, in modo da facilitare l'avvicinamento di un nuovo target (come i bambini, anziani, ipovedenti e non vedenti) all'arte e alla cultura. Il progetto si è sviluppato in collaborazione con altre eccellenze italiane quali Marchingegno, Palazzo Pianetti e RossodiGrana. L'applicazione rende ludici ed accessibili i contenuti del museo attraverso caccia al tesoro per i bambini, guide narrative, applicazioni di realtà aumentata

Santa Lucia inquadrata col tablet si anima in 3D e racconta la sua storia parlando direttamente all'interlocutore. Il testo, approvato da storici, racconta la storia della Santa in maniera piacevole e che dimostra l'età che ha: una ragazza di 16 anni che ci narra la sua vicenda. Una narrazione che rimarrebbe altrimenti all'alta cultura o a contesti non riservati a ragazzi, in questo modo si avvicina questa figura anche all'apprendimento dei giovani.

Nella seconda opera l'intento è quello di fornire una lettura emotiva del quadro de La Deposizione del Lotto attraverso l'interattività È la prima matita del Lotto, l'artista dipinge questo quadro e ne fa la sua prima matita preparatoria.  Attraverso la realtà aumentata viene rivelato il disegno a matita che trova delle differenze col dipinto finale, la prima matita preparatoria con tecnica imparata a Roma da Raffaello. Vengono poi disegnate le linee di costruzione del quadro. Toccando ogni linea di costruzione del quadro si potrà avviare una lettura interattiva dell'immagine. Zoommando su ogni figura quest’ultima verrà animata e ricolorata, spiegandone il significato e l'emotività del gesto compiuto supportato da un'opera di sound design che mette l'accento sul silenzio drammatico della scena, dove nessun protagonista parla con l'altro saranno quindi i suoni amplificati da questo silenzio a raccontarci il vuoto lasciato dopo l'ascesa del Cristo. Infine, una volta ricolorato completamente, il quadro stesso si trasformerà in un oggetto 3d e la telecamera cambierà punto di vista, passando agli occhi di Nicodemo, colui che regge il corpo di Cristo permettendoci di vedere la figura sacra di Gesù dall'alto, accentuando così l'aspetto terreno del corpo ed evidenziando l'umanità del sacrificio divino.

Nella terza opera, l’Annunciazione, riveliamo grazie alla grafica 3D la pala mediana di cui non si ha traccia, ma che sappiamo esistere grazie ad un disegno preparatorio ritrovato e custodito a Siena. In questo modo, trasformiamo la famosa opera in un trittico spettacolare ed inedito, rispettando l'idea originale dell'artista.  

  1. Citelum: l'effettiva utilità di un prodotto che trascenda la classica formazione del personale. Citelum – il videogioco nasce dall’idea di rendere più facile e accessibile l’onboarding. I protagonisti di questo videogioco sono un piccolo umano e una lucciola magica che lo accompagna e lo aiuta a risolvere gli enigmi. Viaggiano insieme tra i pianeti del sistema Citelum i quali rappresentano i valori principali dell’azienda. Ogni pianeta ha un enigma che il piccolo umano deve risolvere e ha come tema principale il rispetto, la responsabilità o la solidarietà. La risoluzione dell’enigma comporta la comprensione del valore a esso collegato e permette di passare al livello successivo, o meglio…al pianeta successivo. Ogni volta che viene risolto un enigma, un pezzettino del Sole, che all’inizio è inattivo e grigio, si illuminerà. Una volta che i livelli saranno stati tutti completati il Sole diventerà interattivo e sarà completamente splendente. L'unione fa la forza. L’obiettivo di questo gioco è far capire che Citelum fa bellissime cose, ma solo grazie all’aiuto del neoassunto/giocatore può davvero creare un mondo di luce intelligente, bello e sostenibile. Scenari unici e suggestivi, ispirati proprio dai valori di Citelum, guideranno il giocatore nell’apprendimento, suggerendogli la giusta consapevolezza dell’identità dell’azienda.

 

3.the tree of tales un'esperienza museale a tutto tondo, e anche di più, sviluppato con Università ed istituti di ricerca

The Tree of Tales è una mostra virtuale sulla vita di J. R. R. Tolkien e su “Il Signore degli Anelli“. Una mostra tra la realtà e la fantasia, che percorre le tappe salienti della vita di Tolkien con i suoi luoghi cari e ci immerge nelle atmosfere della sua produzione letteraria. Un progetto dell’Università di Oxford e di St. Andrews al quale API ha partecipato progettando e realizzando l’esperienza virtuale. A questo progetto hanno collaborato oltre 100 esperti e studiosi nel mondo: più di 60 volontari e un comitato scientifico di 20 esperti Tolkieniani. Rendere tangibili le emozioni La mostra include un museo virtuale, preparato da API, con più di 100 hotspots tra video e pannelli e l’esposizione della collezione Tolkieniana di Oronzo Cilli. Mondi fantastici, nati nelle opere di Tolkien e realizzati per riuscire a far vivere le stesse emozioni anche agli spettatori.

Una mostra pensata in ogni minimo dettaglio per riuscire ad aprire lo studio di Tolkien nei suoi livelli più profondi e avvicinare lo spettatore il più possibile ai suoi pensieri e alle sue sensazioni

La master class è tenuta da Bianca Maria Mori, project manager e Massmo Spica, managing director

Nata a Trezzano sul Naviglio nel 1985, API SRL è uno studio specializzato nello sviluppo di soluzioni digitali creative, immersive e tailor made per ogni tipologia di settore, che sfrutta le nuove tecnologie della Realtà Aumentata e della Realtà Virtuale.

Grazie a queste tecnologie, le soluzioni di API SRL riescono a coinvolgere l’utente facendogli vivere esperienze interattive in prima persona. 

Prenota qui il tuo biglietto: https://www.eventbrite.it/e/193083005467

 

Durata: 60’

Target: curatori museali, docenti scuole di ogni ordine e università, responsabili risorse umane e marketing

Data: 5 novembre h15.00

Sala Cavalli

1 67 71 72 73 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194